Documento Valutazione dei Rischi

Il Documento DVR è uno strumento di gestione della prevenzione e di miglioramento continuo.
Deve essere elaborato dal datore di lavoro in collaborazione con il responsabile del servizio di prevenzione e protezione e con il medico competente (ove fosse presente) previa consultazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e deve contenere:

– Una relazione sulla valutazione di tutti i potenziali rischi per la sicurezza e la salute durante le attività lavorative nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;

– Le indicazioni delle misure di prevenzione e protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuali adottati;

– Il programma delle misure ritenute opportune al fine di garantire il miglioramento nel tempo dei livelli generali di sicurezza;

– L’individuazione delle procedure per l’attuazione delle misure da realizzare nonché dei ruoli dell’organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze certificate e poteri;

– L’indicazione del nominativo del responsabile designato del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione dei rischi;

– L’individuazione esatta delle specifiche mansioni che eventualmente espongono i lavoratori che le ricoprono a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata e certificata formazione oltre che addestramento.

L’analisi e la valutazione dei rischi riguarda “tutti” i rischi che possono nuocere alla salute e alla sicurezza di ogni lavoratore (e le loro interrelazioni) e le azioni tese a ridurli o eliminarli.

Il Documento di Valutazione dei Rischi registra l’analisi dei rischi e le azioni da eseguire per prevenirli (a loro volta sintetizzate e organizzate nel Piano di Azione).

Il DVR non è solo un documento obbligatorio, ma uno strumento di gestione necessario della prevenzione dei rischi. 

Questo documento deve essere costantemente aggiornato. In ogni caso deve essere aggiornato in

occasione di ogni mutamento importante che modifichi le condizioni di igiene o di sicurezza del lavoro, al fine di precisare un programma di azione di prevenzione che deriva direttamente dalle analisi e dalle valutazioni effettuate e di determinare il loro livello di efficacia e di attuare le azioni e le buona pratiche per prevenire i rischi.

Il documento deve dunque divenire un vero strumento di prevenzione. 

La validità del documento non deriva pertanto da un controllo statico, quanto dalla capacità che la struttura e le informazioni del documento hanno di accompagnare il continuo processo di prevenzione.