MAPO

Movimentazione Assistita Pazienti Ospedalizzati

L’indice MAPO (Movimentazione Assistita Pazienti Ospedalizzati) è un metodo per la valutazione del rischio nella Movimentazione Manuale dei Pazienti che viene eseguito allo scopo di migliorare le condizioni di lavoro di chi presta assistenza ai pazienti attraverso la diminuzione del rischio da sovraccarico biomeccanico. Oltre a limitare le malattie e il rischio di infortunio sul lavoro, il MAPO permette di migliorare la qualità dell’assistenza fornita ai pazienti ospedalizzati, tutelandone la sicurezza e la dignità.

L’indice MAPO si propone di individuare un indicatore sintetico sulla base di una serie di fattori di rischio specifici nella movimentazione dei pazienti. Tali fattori di rischio comprendono:

  1. Il carico assistenziale indotto dalla presenza
  2. Tipo e grado di disabilità motoria del paziente
  3. Caratteristiche strutturali dell’ambiente di lavoro e di degenza
  4. Attrezzature in dotazione
  5. Formazione degli operatori

L’indice MAPO permette di individuare il livello di Esposizione al Rischio da Sovraccarico Biomeccanico degli operatori sanitari addetti alla Movimentazione Manuale dei Pazienti, accertando i diversi livelli di rischio in funzione delle condizioni ambientali presenti nella struttura presa in esame. L’applicazione del metodo MAPO varia in base al Reparto che si intende valutare:

  1. Reparto di Degenza
  2. Istituti Geriatrici e RSA
  3. Blocco Operatorio
  4. Servizi di Day Hospital
  5. Pronto Soccorso

Il metodo MAPO fornisce raccomandazioni per la corretta gestione dei pazienti sulla base dell’organizzazione del lavoro, della tipologia e del numero di pazienti da trattare, del tipo di ausili alla movimentazione presenti nella struttura in oggetto e degli spazi in cui i pazienti sono gestiti.

Tel. 015 099 0464

contattaci per maggiori informazioni

Grazie per la richiesta. Vi contatteremo al più presto.
C'è stato un errore. Ci scusiamo: il messaggio non è stato inviato.

Conoscere è una ricchezza perché, come diceva Henry Ford: “Abbiamo bisogno di persone brave, non solo di brave persone